Alex D'Aquila

L’artista che lavora per addizione e sottrazione, riducendo la realtà a semplici forme di colore.
L’artista che lavora per addizione e sottrazione, riducendo la realtà a semplici forme di colore.

Alessandro D’Aquila, classe 1989, lavora per sottrazione quando usa il braille, tratto distintivo di ogni sua opera. Ma lavora anche per addizione quando decide di andare ad agire sugli oggetti alterando la realtà a proprio piacimento.

Attraverso questi gesti, Alex cerca di provocare nello spettatore un senso di smarrimento, costringendolo a decifrare ciò che vede secondo un codice visivo che risponde a regole del tutto estranee.

Le Polaroid Sintetiche segnano l’evoluzione della sua ricerca. Alex imprime la realtà con la sue Polaroid Supercolor 635CL e interviene con colori ad olio o acrilici, riducendo al minimo i dettagli.

Non abbiamo bisogno dell’alta definizione, siamo in grado di riempire le immagini con ciò che vogliamo grazie alla nostra immaginazione”.


Le opere

Dallo studio d'artista a casa tua